‘Water On The Brain’

2 febbraio, 2011 § Lascia un commento

Water On The Brain, Claire Morgan (www.claire-morgan.co.uk)
origami di 5,300 barche in carta, vernice per barca, filo da pesca, struttura supporto in acciaio
9m (l) x 3m (w) x 1.6 (d)
Commissionato dalla National Trust for Inside Out di Cragside
Foto Claire Morgan

Giovane artista irlandese (Belfast, 1980) che vive e lavora a Londra, ha affinato il proprio interesse per il biologico, i processi naturali, e la connotazione fisica dei materiali deperibili che assembla, anche a migliaia, a creare forme scultore sospese nel tempo e nello spazio di grande fascino.
Dal catalogo dell’artista: Il lavoro in questione è stato realizzato e installato nel parco della ex casa di un influente industriale del XIX secolo, Lord William Armstrong. Si tratta di una replica di una cannoniera che fu progettata e costruita dalla sua azienda ed è posizionata all’interno di un canale di scarico funzionante proveniente da uno dei laghi che alimentavano la centrale idro-elettrica della sua casa.
Water On The Brain. L’acqua, le sue proprietà e i suoi usi, evidentemente ha avuto un enorme influenza sulla vita e l’opera di Armstrong. Si dice che la sua famiglia scherzasse affettuosamente dicendo che aveva ‘water on the brain’. Ho usato questo come base per il mio lavoro. Il luogo che ho scelto è il canale di scarico a Tumbleton Lake. Per me, la natura di questo luogo suggerisce un punto di transizione o di cambiamento, attraverso l’acqua in movimento, e attraverso l’uso del lago – il potere dell’acqua è sfruttata e trasformata in altre forme –. Mi chiedevo dove fosse iniziata l’attrazione di Armstrong per l’acqua, e ho iniziato a fare collegamenti tra i suoi viaggi d’infanzia a Rothbury e la sua casa a Cragside e con il suo lavoro nel settore industriale. Mi piaceva l’idea di lui bambino che pigramente costruiva barchette di carta e le affidava alla corrente, come possibile inizio.
Per rispecchiare questa idea ho deciso di creare una scultura a forma di una delle navi corazzate che la società di Armstrong costruiva. Più di cinquemila piccole barche di carta sospese dentro masse di fili di nylon trasparente formano alla fine la sagoma di qualcosa di simile a un relitto o a una nave fantasma.

Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo ‘Water On The Brain’ su ↔g↨blog.

Meta