Type Biodesign

7 novembre, 2011 § Lascia un commento

Lettere inquietanti da Jelte van Abbema / An amazing (biohazard) project of Jelte van Abbema

L’arte può certamente essere provocatoria e in grado persino di farci reagire in modo eccessivo tale da risultare impensabile. Mai sentito parlare di arte che potrebbe mettere in pericolo la vostra salute? Probabilmente no. Ma esiste e si chiama Symbiosis, una serie di Escherichia coli in crescita all’interno di “manifesti” prodotti dal visual artist olandese Jelte van Abbema.
Utilizzando capsule di Petri come modello, van Abbema posiziona colture di E. coli su agar (un polisaccaride ricavato da alghe rosse) e cellulosa dentro pannelli pubblicitari (ben sigillati vista la pericolosità di ciò che vi cresce all’interno) con temperatura e umidità controllate per garantire la crescita dei batteri in forma di lettere.
Con l’incorporazione di E. coli si spinge ai limiti il mezzo artistico e si pone anche il pubblico a rischio di malattie come la meningite, polmonite e setticemia. Symbiosis era considerato così pericoloso che il Museum of Modern Art di New York lo ha reso visibile solo nella versione web della mostra.
Il progetto innovativo di van Abbema è parte del movimento Biodesign, dove i prodotti sono stati fatti per simulare i processi di crescita biologica. Come questi processi vengono ricreati, varia. Alcuni biodesigns prendono in prestito il concetto dei modelli di crescita, mentre altri (come Symbiosis) fanno effettivamente crescere materia biologica.

La ricerca artistica di Van Abbema ha trovato anche una applicazione commerciale. Ha realizzato l’installazione teaser per il film “Contagion” di Steven Soderbergh.

Un grazie a Vagionni per la segnalazione.
English text

Art can certainly be thought-provoking and able to emote some of those feeling you thought you never had. Ever heard of art that could endanger your health? Probably not. But it exists and it’s called Symbiosis, a series of E. coli growing posters produced by Dutch visual artist Jelte van Abbema. Using petri dish techniques as a model, van Abbema placed papers of E. coli on agar and cellulose into advertising boards with temperature and humidity controlled to ensure the bacteria grew into images of letters.Van Abbema’s innovative project is apart of the biodesign movement, where products are being made to mimic biological growth processes. How these processes are recreated varies. Some biodesigns borrow concepts of growth patterns, while some others (like Symbiosis) actually grow biological matter.
Van Abbema artistic research has also found a commercial application. The teaser installation for Steven Soderbergh movie “Contagion”.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Type Biodesign su ↔g↨blog.

Meta