L’anàglifo di Natale.

22 dicembre, 2011 § Lascia un commento

Questo 2011 sembra sia l’anno del 3D.
Siamo invasi di comunicazioni a riguardo, cinema 3D, televisione 3D, game 3D, occhiali 3D, sempre più performanti…
Un’anno all’insegna dell’illusione ottica tra evoluzione tecnologica e mass market. Sembra quasi che necessitiamo di ulteriore invasione di campo. Dobbiamo quasi poter toccare con mano.
Ecco alcune notizie base per affrontare il 2012 più serenamente.

Il cinema tridimensionale (noto anche come cinema 3-D o cinema stereoscopico) in realtà nasce negli anni ’20, ma già nel 1870 si parla di stereoscopia. I primi esperimenti stereoscopici fatti ancor prima dell’arrivo della fotografia, erano quindi coppie di disegni affiancati così da poter riprodurre due immagini leggermente differenti come quelle percepite dall’occhio umano.

Riproduzione di uno stereoscopio ottocentesco

Immagine stereoscopica ottocentesca utilizzata come fonte per la realizzazione dell'anaglifo

Un anàglifo è un’immagine stereoscopica, o stereogramma, che, se osservata mediante opportuni occhiali dotati di due filtri di colore complementare l’uno rispetto all’altro, fornisce l’illusione della tridimensionalità.

Stereogramma in bianco e nero trasformato in anaglifo per occhiali dotati di lenti rosso-ciano. Visione binoculare.

Lo standard corrente dei colori per le lenti dell’anàglifo sono il rosso e il ciano, con il rosso utilizzato per il canale sinistro e il ciano per il destro. Il materiale utilizzato per i filtri è una gelatina monocromatica, etichettata rosso e blu per convenienza e costo. L’utilizzo del filtro ciano permette la visione di immagini colorate, con una buona resa anche delle tonalità della pelle.

Anche il rover Spirit fotografava in stereoscopia. Così da visualizzare in più dimensioni il territorio di Marte.

Lo zootropio è invece un dispositivo ottico per visualizzare immagini e disegni in movimento.
Bellissimo esemplare quello ora in mostra al Pac di Milano per la mostra Pixar. Un zootropio tridimensionale, una gigante giostra che a velocità sostenuta e illuminato con una luce stroboscopica, permette ai nostri occhi di percepire una sequenza di azioni fluide e lineari.

L’illusione però non finisce… e diventa magia!
Per quest’anno i nostri auguri sono in 3D per esservi ancora più vicini.


Tanti auguri a tutti con rinnovato effetto!

Tag:,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo L’anàglifo di Natale. su ↔g↨blog.

Meta