La neo-nata Fondazione Wurmkos presenta “Wurmkos figure”

23 maggio, 2012 § Lascia un commento

La mostra curata da Simona Bordone è l’esito di un work-in-progress iniziato da Wurmkos nel 2010, di cui è la prosecuzione e la seconda tappa espositiva.
Wurmkos è un laboratorio di arti visive, creato nel 1987 da Pasquale Campanella e dalle persone con disagio psichico utenti della Cooperativa Lotta contro l’Emarginazione di Sesto San Giovanni (Milano), che opera nel mondo dell’arte contemporanea.
La mostra all’Archivio Sacchi nasce dall’idea dell’autoritratto e della coesistenza, entrambi pensati come liberi da preconcetti e schemi. Esposta alla galleria San Fedele nel 2010, aveva visto la partecipazione di diversi gruppi di persone – scuole, comunità di persone con disagio psichico – ma anche di singoli – artisti, curiosi, critici, docenti, ragazzi: una rete potenzialmente infinita distesa sul mondo. Continua e amplia questo progetto di Wurmkos, il laboratorio tenuto da Pasquale Campanella, Filippo Ballarin e Chiara Luraghi nella Scuola Media “Don Milani” di Sesto San Giovanni, da ottobre 2011 a marzo 2012, con una nuova serie di figure.

Dice Pasquale Campanella: Wurmkos figure mette insieme persone con vissuti diversi, una moltitudine di sagome umane che formano un popolo dissidente, manifestano con la propria presenza un atto di resistenza in cui non è possibile non fare una scelta. La scelta non è perentoria, non si cristallizza su convinzioni assolute, non è un modello, non ha una direzione ma crea un disturbo, una stonatura alla realtà controllata per dar luogo a flussi di relazione. Nei laboratori non c’è nessun “controllo estetico” del progetto, le figure semplicemente “prendono posto”, l’una accanto all’altra; si esprime così quell’aspetto della vita che la distruzione dello spazio sociale ha cercato di isolare e soffocare. Questo approccio costituisce, in generale, e in particolare nella scuola, la creazione di uno spazio aperto che privilegia le relazioni.


Le figure, a volte fragili come istantanee o corpose e stabili, ‘abiteranno’ un luogo per sua natura fermo, quello dell’archivio, vivificandolo con una nuova possibile lettura.
A Bianco-Valente, la nota coppia di artisti, è stato chiesto di “animare le figure”. Così lo hanno fatto: “Ragionando sullo spirito della mostra all’interno della quale sarebbe stato mostrato il nostro contributo video, abbiamo voluto mettere insieme tutte le figure esaltando i concetti di ludicità, complessità, moltitudine e soprattutto di interazione fra le persone”. Il loro lavoro è parte integrante della mostra.
Il progetto prevede inoltre la realizzazione di manifesti che saranno affissi nel centro della città di Sesto San Giovanni con le immagini delle figure realizzate dai ragazzi nel laboratorio. Occuperanno spazi di solito riservati a comunicazioni pubblicitarie e perciò guardati con indifferenza, ambiscono a riportare nello spazio pubblico riflessioni sulla comunicazione e a suggerire le innumerevoli possibilità di fusione tra persone, oggetti e azioni che formano un contesto sociale.

IN MOSTRA
Archivio Giovanni Sacchi
via Granelli, 1 Sesto San Giovanni (MI)
inaugurazione: giovedì 24 maggio alle 18

ORARI
dal 24 maggio al 29 giugno 2012
da martedì a domenica: 10.00 -18.00 – lunedì chiuso
per informazioni: 02 36682271
info@archiviosacchi.it

Fondazione Wurmkos onlus
via San Michele del Carso, 12
20144 Milano
info: simona.bordone@libero.it

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La neo-nata Fondazione Wurmkos presenta “Wurmkos figure” su ↔g↨blog.

Meta